Marisa Cuomo Furore Terroir TOP

376,98 € IVA inclusa
Produttore: Marisa Cuomo

Un bianco distinto e un rosso gagliardo, con questi due vini - il top della gamma produttiva della Marisa Cuomo, ho voluto sintetizzare la specificità e l’unicità del loro territorio di provenienza – il villaggio di Furore facente parte di quella fascia costiera dove tutto quello che si fa diventa eroico.

Osservando attentamente il contesto dove nascono, si ha subito l’idea precisa della loro fisionomia, ossia il carattere e i tratti personali che sono il frutto di un impianto misto di antiche viti coltivate a pergola e il ripristino di vigneti più recenti incastonati nell’ambiente esistente da decenni.

Rispetto alle altre zone campane situate lontano dalla costa e sui appezzamenti più distesi, le condizioni climatico - ambientali di Furore risultano a generare un microclima dai diversi terroir che influenzano in mondo decisivo i futuri vini. L’altezza, l’influenza marina, il suolo e la biodiversità delle uve autoctone come Ginestra, Fenile, Ripoli, Piedirosso formano un’identità unica riconducibile esclusivamente a questo fazzoletto di terra. Inoltre una vendemmia tardiva effettuata nel mese di ottobre e le rese piutosto basse attorno ai 60 q/h apportano una maggiore ricchezza estrattiva che nei vini si traduce nella capacità di invecchiamento.

Fiorduva 2013 e Furore Rosso Riserva 2011 rappresentano l’emblema della Costiera Amalfitana, vini capaci di sfidare il tempo e far colpo su chi li beve!

  • ( I II III ) Furore Bianco Fiorduva 2015

    Il nome Fiorduva nasce dal binomio fiordo e uva, due elementi fondamentali di questo splendido vino di Marisa Cuomo. In nessun altro vino aziendale, si riscontra la presenza del mare così ben integrata e facente parte della fisionomia del vino stesso, come nel Fiorduva. La convivialità tra le vigne, che sono il frutto di una lunga coabitazione con il suolo, l’affaccio sul mare e un’esposizione favorevole, costituisce un patrimonio storico che assume il nome d’identità territoriale. Ripoli, Fenile e Ginestra apportano un corredo olfattivo di estrema raffinatezza, le basse rese ne alimentano la complessità e un attento lavoro in cantina rafforza le difese. Il vino è dotato di un tocco di classe, esprime nei profumi l’essenza del mediterraneo fusa alla inconfondibile presenza di idrocarburi. La bocca risulta piena ed avvolgente: mela limoncella, crema di pistacchio, ginestra, foglie di limone, note balsamiche e salmastre.

    Scheda del vino >
  • ( IV V VI ) Furore Rosso Riserva 2011

    Dai terrazzamenti costieri, rivolti a sud, nasce questo grande rosso della Costiera Amalfitana. Le vigne sono situate a picco sul mare e sono esposte ad intemperie atmosferiche di tutti i generi. Il suo carattere, quindi, viene plasmato proprio da quel mare che, dolente o nolente, decide sulle sorti delle piante che ci dimorano. Il vino che scaturisce da questo fenomeno naturale, assume un carattere di ritmica presenza salmastra. Lo iodio, le alghe ed il sale affiorano in prima battuta, tralasciando in un secondo piano, gli elementi fruttato – speziati. In ogni caso si arriva alla completezza gusto – olfattiva, la parte vegetale e terrosa si integra alle note più preponderanti e per questo di più facile identificazione.

    Scheda del vino >