Italia - Marche

Le Maison


MARCHE – dalle verdeggianti alture

 

Le Marche con le loro alture verdeggianti simili a quelle della Toscana ospitano le più classiche colture dell’epoca moderna, grano, ulivo e vite.

A ovest il confine è l’Appennino toscano e a est il mare Adriatico – un connubio che dà l’origine ad un clima fresco e temperato, più rigido verso l’interno e più mite sulla costa, con precipitazioni concentrate tra autunno e inverno.

Una regione così non poteva che essere legata alla vite e al vino, anche se la presenza del vigneto non è generalizzata, ma è attentamente calibrata in relazione alla vocazione ambientale. La coltivazione della vite è prettamente collinare, su suoli in genere argillosi comunque compatti con qualche diversità nelle zone interne (Matelica Serrapetrona) dove è possibile riscontrare i terreni più sciolti. La superficie vitata totale ammonta a circa 25.000 ha di cui il 60% è rappresentato dalle varietà bianche. Il principale vitigno è il Sangiovese seguito a poca distanza dal Montepulciano mentre la terza posizione e presieduta dal Verdicchio, che con l’87% della produzione dei vini doc e docg è molto vicino per superficie di qualità ai primi due. Si tratta di quasi 2.000 ha a docg su un totale di 2.200 ha. La grande varietà della piattaforma ampelografica della regione viene poi testimoniata da tutta una serie di nomi ben conosciuti, come il Biancame, la Passerina, la Malvasia di Candia, il Pecorino e la Lacrima. Tutti vitigni che si inframezzano ai vari Trebbiano, Merlot, e Cabernet Sauvignon.

Ad oggi la regione Marche è annoverata tra le più significative dal pinta di vista della produzione di qualità, i vini marchigiani sbandierano oltre in confini europei e, il loro consumo ha subito una maggiore diffussione capillare nei ristoranti e nelle enoteche italiano. Peraltro il vitigno Verdicchio che è diventato il portabandiera della regione gode di una popolarità piuttosto estesa grazie ai produttori che con la loro sensibilità lungimirante hanno saputo valorizzare l’uva di grande pregio mettendo a risalto la sua polivalenza nell’ottenere diverse tipologie di vini dallo spumante ai vini da dessert, con picchi di livello assoluto nei vini fermi.

Filtra per attributo