Immagine per la categoria Digioia-Royer

Digioia-Royer

Storia e filosofia della maison Digioia Royer

Questo piccolo Domaine, di circa 4,5 ha, è un vero e proprio gioiello situato nel piccolo villaggio di Chambolle Musigny, nella Cote de Nuits in Borgogna.

Guidato da Michel, il quale dal 1999 prese in mano i vigneti fino a quel momento appartenenti al suocero, Victor Moretti. In verità, la fondazione dell’azienda risale all’anno 1930, all’epoca solamente una piccola quantità del raccolto veniva imbottigliata (circa il 20%), il resto era venduto al négociant.

Dopo quattro anni di lavorazione dei vigneti, vinificazioni ad hoc ecc., Michel decide di dar inizio alla commercializzazione del suo vino, e nel 2004, vende il 100% della produzione.

Pur essendo una realtà in apparenza giovane, gode del fatto che le viti, dislocate su otto appezzamenti a Chambolle, sono state piantate nel 1930, 1935, 1960, 1965, 1970. Tanti decenni che apportano profondità e complessità al vino, specialmente al Pinot Noir, che qui a Musigny si propone in una veste di accattivante eleganza e finezza.

Un altro fattore qualitativo di questi vini è dovuto alla conformazione del suolo, particolarmente felice, e al frazionamento del territorio in modo tale che lo stesso vitigno alla base della vinificazione è in grado di esprimere differenze specifiche di un dato mesoclima.

Michel è consapevole del valore intrinseco della sua terra, infatti la sua produzione è focalizzata su varie provenienze del Pinot Noir, e il numero esiguo delle bottiglie indica da solo la filosofia del terroir.

Il concetto del terroir gli sta particolarmente a cuore e nello stesso tempo gli facilita il lavoro, è tutto più lineare e chiaro, si vinificano separatamente le parcelle e in base alla complessità del vino si utilizzano i legni più adeguati. La natura detta le regole e l’uomo le rispetta, dando vita a irripetibili espressioni del principe dei vitigni – Pinot Noir.

Ad oggi la produzione aziendale supera appena 20.000 bottiglie, i vini migliorano col passare del tempo, di giorno in giorno, i campioni di botte del 2014/2015 assaggiati nel mese di novembre svelano classe e qualità e presto arriveranno in Italia, i due Premier Cru Les Groseilles (0,097 ha) e Les Gruenchers (0,063 ha), che con grande onore arricchiranno la selezione di Digioia Royer Orizzontale Pinot Noir.

Non sono da sottovalutare anche le piccole produzioni di Bourgogne Aligoté (0,28 ha) che assieme allo Chardonnay (0,2 ha) e al Passetougrain (0,7 ha) blend di Pinot Noir e Gamay completano la gamma di questa petit maison chambolliana.

Filtra per attributo
  • Attualmente acquistato da:
  • Tipo: Rosso Secco