Biondi Cisterna Fuori 2011

La nota fresca di questo vino funge da colonna portante nella sua progressione cronologica – temporale. L’escursione termica tra il giorno e la notte che avviene nel vigneto Cisterna Fuori, apporta uno sviluppo verticale del frutto, sia nella parte olfattiva che in quella gustativa. Gli aromi vengo percepiti in una dimensione di contenuta apertura. Per fare un esempio pratico, immaginate un albero di Natale dove le palline rappresentano riconoscimenti olfattivi, mentre il tronco equivale alla struttura composta da acidità, sapidità e tannini, anche quelli gallici, ecco questo è il Cisterna Fuori. Ritroviamo quindi sempre in forma ridimensionata: viola, rosa, garofano rosso, mirtillo rosso /nero, corteccia, muschio, lapis, cenere, inchiostro, marzapane, vanillina, rosmarino, ginepro; tutti luccicano di propria luce.

Produttore: Biondi
45,14 € IVA inclusa

Questo articolo è acquistabile anche tramite collezioni

 

Caratteristiche

  • Nome del vino: Cisterna Fuori
  • Annata: 2011
  • Tipologia: rosso
  • Vitigno: Nerello Mascalese 80%, Nerello Cappuccio 20%
  • Gradazione alcolica: 13,5%
  • Acidità: 5.4
  • Residuo zuccherino: 1.7
  • Zona di produzione: Contrada Ronzini nel Comune di Trecastagni sul versante sud-est dell’Etna
  • Composizione del terreno: lavico
  • Altitudine: 650 m/s.l.m.
  • Esposizione: est
  • Forma di allevamento: alberello
  • Età del vigneto: 40 anni
  • Densità media, ceppi per ettaro: 8.000
  • Resa per ettaro: 40 quintali
  • Modalità di vendemmia: manuale
  • Periodo di vendemmia: inizio - metà ottobre
  • Affinamento, botti da: 225-500 litri
  • Legni utilizzati: rovere francese
  • Capacità di invecchiamento: 10-15 anni
  • Produzione annuale: 4.000
  • Imbottigliamento: 03/2013

 

Considerazioni sull’annata

Il risultato nel complesso è buono nonostante il periodo primaverile e di inizio estate è risultato piuttosto piovoso e con temperature abbastanza basse.

 

Notizie Relative all’andamento climatico

In generale c’è stato un certo squilibrio con una primavera piovosa e temperature elevate. La situazione meteorologica è stata anomala anche durante settembre e dopo nel mese di ottobre all’epoca della vendemmia, alcune piogge hanno un po’ disturbato, ciononostante non hanno influito negativamente sulle caratteristiche delle uve dando vita comunque a vini di buona struttura e finezza e discreta longevità, dotati di una bella acidità (5,4/l).

 

Specifiche di prodotto
Denominazione Etna Rosso DOC