Biondi Chianta 2013

Tre vitigni, raccolti dalle uve nella seconda decade di ottobre e con l’utilizzo di un legno non giovanissimo che dà vita ad un vino prima di tutto equilibrato. La corrispondenza gusto – olfattiva è una costante del Chianta: una progressiva espansione delle sostanze aromatiche si contrappone precisa al suo corpo, mettendo in luce una silhouette ben contornata. Fiori di acacia, fico d’india, fieno, nespole, cachi, sottilissimi fiori bianchi, ortica, salvia, aloe, menta, origano, cardamomo, polvere da sparo, alga verde, acciughe con il loro sale: si ripercuotono fluttuanti tra di loro coadiuvati da una sottile nota fresca ed invidiabile mineralità.

Produttore: Biondi
45,14 € IVA inclusa

Questo articolo è acquistabile anche tramite collezioni

 

Caratteristiche

  • Nome del vino: Chianta
  • Annata: 2013
  • Tipologia: Bianco
  • Vitigno: Caricante 90%, Cataratto, Minnella, 10%
  • Gradazione alcolica: 12,5%
  • Acidità: 6.3
  • Residuo Zuccherino: 1.8
  • Zona di produzione: Contrada Ronzini nel Comune di Trecastagni sul versante sud-est dell’Etna
  • Composizione del terreno: vulcanico
  • Altitudine: 650 m/s.l.m.
  • Esposizione: est
  • Forma di allevamento: alberello
  • Età del vigneto: 40 anni
  • Densità media, ceppi per ettaro: 8.000
  • Resa per ettaro: 40 quintali
  • Modalità di vendemmia: manuale
  • Periodo di vendemmia: inizio - prima metà di ottobre
  • Affinamento: botti da 225 litri
  • Legni utilizzati: barriques francesi
  • Capacità di invecchiamento: 6 anni
  • Produzione annuale: 2.000
  • Imbottigliamento: 06/2014

 

Considerazioni sull’annata

Il 2013 ha portato i grappoli ad una entusiasmante carica di sostanze nobili tendenzialmente meno concentrati ma destinati ad essere più longevi. Tuttavia il terroir del Chianta con un suolo ad importante nutrizione minerale ed il suo microclima è stato capace di limitare le conseguenze delle variazioni climatiche valorizzando la sua vocazione varietale nella qualità intrinseca del vino.

 

Notizie Relative all’andamento climatico

Primavera con alternanza di piogge e sole e temperature abbastanza basse. Durante l’estate le temperature non hanno subito sbalzi eccessivi, così che le uve alla fine agosto si sono presentate in buone condizioni e hanno dato uno standard di buona qualità dell’annata con una bella concentrazione aromatica ed un ottimo quadro acido presente ed interessante.

 

Specifiche di prodotto
Denominazione Etna Bianco DOC