Francia - Borgogna


Borgogna - la dolcezza delle alture – l'anima del vino 

La Borgogna viticola si estende nella parte centro - orientale della Francia, copre circa 27.000 ha di vigneto, e la sua produzione rappresenta il 3% del totale produttivo nazionale.

Da Auxerre a Mâcon, la Borgogna si divide in cinque regioni, dal nord al sud rispettivamente incontriamo: Chablis e Yonne, Côte-de-Nuits, Côte-de-Beaune,  Côte Chalonnaisee Mâconnais. Le vigne beneficiano di diverese influenze climatiche, al nord si riscontra un clima continentale, a est quello oceanico mentre a sud nella parte meridionale della regione - il mediterraneo. Ripercorrendo i 200 km da Chablis fino a Mâconnais si assiste ad un cambiamento progressivo del clima, mai lo stesso. All’interno delle specifiche zone si sviluppano numerosi microclimi locali che uniti alle varietà dei suoli fanno di questa regione un ambiente tanto variegato quanto unico. Talli differenziazioni, si sommano ad un’altra caratteristica borgognona ciò quella legata ai frazionamenti delle proprietà, come nel caso di Clos de Vougeot - questo Grand Cru annovera ben 77 proprietari diversi, ciascuno con la sua etichetta e il suo livello qualitativo.

In Borgogna le viti si sviluppano sui terreni di origine argilloso – calcarea, questa situazione geologica è l’ideale per la coltivazione di Pinot Noir e dello Chardonnay – due vitigni principali della regione. In maniera minore si aggiungono il Gamay presente prevalentemente nel Mâconnais e  l’Aligoté con le sue vigne sparse un po’ dappertutto.

La Borgogna è molto frammentata, spesso divisa in piccoli appezzamenti. L’appelation La Romanée Conti conta 0,8 ha di vigna, questa frammentazione dà vita alla grande complessità, unica al mondo. Ecco perché in Borgogna sono stati creati i "climats" che aiutano a delineare appezzamenti di terreno nella espressione del loro territorio (il clima, il lavoro umano, il suolo ...)

Sonno circa 200 milioni di bottiglie prodotte ogni anno (1,5 milioni di ettolitri), in questa regione, che rappresentano il 0,3% della produzione mondiale di vino. Una bottiglia di vino di Borgogna su due viene venduta per l'esportazione.

Borgogna ha una grande reputazione, ed è uno dei vini più ambiti e più costosi del mondo.

 Nonostante la sua apparente complessità, le vigne della Borgogna sono organizzate gerarchicamente in quattro livelli di denominazione: regionali e comunali come Vosne-Romanée nella Côte de Nuits, Premiers Crus come Meursault nella Côte de Beaune, e Grands Crus come il Corton-Charlemagne nella Côte de Beaune.