Immagine per la categoria Belluard

Belluard

Storia e filosofia della maison Belluard

La fondazione della Domaine Belluard risale al 1947, questa è una piccola realtà viticola che si estende su 10 ettari di terreno posizionato a 450 metri di altitudine, nel piccolo comune di Ayse nell’Alta Savoia.

Nel 1988, Dominique Belluard riprende a lavorare su uno dei più vecchi vigneti alpestri, la coltura di un vitigno autoctono savoiardo a bacca bianca, di lunga tradizione e da sempre presente nella zona il Gringet.

L’intera produzione del Gringet, circa 20 ettari, si concentra esclusivamente in questo piccolo comune savoiardo, di cui la metà appartiene all’azienda di Dominique, mentre la parte restante è frazionata in più poderi di altri piccoli produttori.

Questo vitigno, dal sapore unico ed inconfodibile nel genere, regala vini fruttati e floreali al naso, con gusto fresco e minerale nella bocca. Le cuvée offrono il meglio di se stesse dopo 6-10 anni di invecchiamento acquisendo in complessità e pienezza gustativa.

Per la maison, il Gringet è diventato un vero punta di forza attorno al quale costruire la propria storia fatta di scelte mirate, le quali volgono sia alla valorizzazione del vitigno sia a quella del suo terroir. La differenzazione dei suoli ricchi di microelementi, caratterizzati da stratificazioni dislocate su varie altezze e in differenti angolature, spingono Dominique a vinificare singole parcelle per esaltarne le specificità. Nell’anno 2001 avviene il passaggio da una coltura tradizionale a quella biodinamica, oramai si procede osservando unicamente principi di Steiner a pieno titolo anche in cantina, oltre che nel vigneto. Le ultime vinificazioni avvengono all’interno di vasche ovoidali di cemento, per rendere il processo più naturale possibile e ridimensionare l’intervento da parte dell’uomo lasciando a madre natura la libertà di espressione.

Filtra per attributo
  • Attualmente acquistato da:
  • Tipo: Bianco Secco