André Beaufort Ambonnay Grand Cru Demie Bouteille 375 ml

Con questa versione di Champagne base si inizia a conoscere lo stile di Jacques Beaufort. Come tutte le basi, anche questa rispecchia fedelmente una filosofia produttiva del suo artefice, plasmando un’idea precisa ed inconfondibile del suo profilo gusto, olfattivo. Pur essendo uno Champagne senza annata, Jacques fornisce sempre l’anno di riferimento di quando sono state raccolte le uve. Questa bollicina offre un bagaglio odoroso specifico della Maison, sul piano pratico una volta codificati i profumi, saranno sempre loro come l’impronta identitaria della mano di Beaufort a ripercuotersi nelle varie versioni/espressioni dei suoi singolarissimi Champagne. Va sempre ricordato il suo particolare contributo in vigna all’insegna della naturalità totale: l’applicazione di aromaterapia/fitoterapia nella cura del vigneto, rende questi vini alquanto diversi e originali nei riconoscimenti olfattivi. Coloro riconducono alle sensazioni di terra bagnata fertile e ricca di lombrichi, si avvertono le note di humus, sottobosco, piccoli frutti rossi e muschio. Un capitolo a sé meritano i caratteri di mineralità e di fiori, questi due elementi si fondo in una potente forza armoniosa che ha come filo conduttore una ponderosa freschezza, un elemento fondante della struttura dello Champagne.

Produttore: André Beaufort
31,72 € IVA inclusa

 

Caratteristiche

  • Nome del vino: Champagne André Beaufort Ambonnay Grand Cru Demie Bouteille 375 ml
  • Annata di produzione: riferimento raccolto 2011
  • Tipologia: Champagne
  • Vitigno: Pinot Noir 90% Chardonnay 10%
  • Gradazione alcolica: 12%
  • Zona di produzione: nella regione di Champagne - Ardenne dipartimento Marna zona La Montagne de Reims comune Ambonnay
  • Composizione del terreno: calcareo con ghiaia gessosa - Crayers
  • Altitudine: 100/130 m/s.l.m.
  • Esposizione: Nord e Nord - -Est
  • Forma di allevamento: a spalliera
  • Modalità di vendemmia: manuale
  • Periodo di vendemmia: di solito nella prima decade di Settembre
  • Legni utilizzati: indigeni
  • Capacità di invecchiamento: 5 anni
  • Sboccatura/Dégorgement: à la volée nel mese di dicembre 2016

Considerazioni sull’annata

La 2011 è stata per certi versi un’annata impegnativa ed esigente dal punta di vista gestionale. I produttori della Champagne sanno convivere con le avversità legate alla sua posizione geografica ma soprattutto affrontare con diligenza eventuali problematiche.

Lo Champagne è l’unico vino che riesce a compensare gli eventuali sconquassi climatici, per esempio attraverso l’elaborato processo di assemblaggio di diverse partite di vino nella fase della creazione della famosa Cuvée.

Nel caso di Jacques Beaufort, grazie alla sua artigianalità dovuta ad un totale controllo decisionale/produttivo, la garanzia della qualità del suo prodotto finale è a gran lunga maggiore rispetto a una Maison dalle dimensioni più grandi. Inoltre la gestione della vigna alquanto personalizzata e specifica attribuisce una protezione naturale nel caso delle malattie comunemente diffuse. In un’annata come questa, tra gli alti e i bassi, tra una giornata piovosa e una poco assolata, la falda gessosa sottostante ripara alcuni deficit e apporta il calore catalizzando il processo della maturazione della pianta. Effetto finale è sconvolgente nei termini di qualità e impronta del produttore sempre unica ed inconfondibile.